Crea sito

Chi Siamo

Presidente

Alessandro Pani, 53 anni vive a Roma e da sempre è un  appassionato di acquatici. Figlio di un cacciatore e discendente di una stirpe di cacciatori cagliaritani "de cassa manna" che per anni hanno cacciato cervi e cinghiali nelle monti Arcosu e Nieddu,  ha sempre seguito il padre a caccia nella campagna romana e sulle montagne abbruzzesi.

Conservazionista convinto ed appassionato naturalista si è formato leggendo i libri del padre quali l'Ornitologia Italiana di Ettore Arrigoni degli Oddi. La vita degli animali di Alfred Brehem ed altri autori quali Konrad Lorenz e Kay Curry-Lindhal.

Gli ambienti che ha girovagato  vanno dalla maremma tosco laziale, il lago di Fondi, il Trasimeno, gli stagni sardi, paludi pugliesi ed all'estero in Albania, Ungheria Scozia, Inghilterra, Romania, Ucraina, Spagna.

Ha ricoperto numerose cariche nell'associazionismo venatorio quale Presidente dell'Associazione Cacciatori Migratori Acquatici e molte altre, collaborando anche  con le maggiori riviste del settore . Usa doppiette fini per la caccia alle anatre e cartucce di cartone con la borra in feltro. Ha una setterina inglese di nome Bella. Ha frequentato la facoltà di Medicina Veterinaria dell'università di Perugia e la Facoltà di Scienze Naturali dell'Università di Camerino. Titolare di un appostamento fisso e di una Azienda Faunistico Venatoria, è' alla costante ricerca di terre da allagare.

 

Vice Presidente

 Stefano De Vita - classe 1958:  figlio di un Cacciatore e Pescatore e fin da bambino ha seguito le orme e gli insegnamenti del padre e del nonno che hanno cacciato nel Lazio quando i boschi, le macchie e le paludi erano luoghi da evitare, in una sola parola quando la maremma laziale era integra ed era una immensa Wilderness. Stefano ha potuto assaporare la fine di quei bei tempi quando ancora il litorale romano e laziale profumavano di selvaggio e accompagnava il padre per apprendere tutti i segreti della natura.  Il padre, un uomo di grande  qualità  che, ancor prima di essere padre, sapeva essere amico, anzi un grande amico che gli ha insegnato ad amare e rispettare la natura anche con la pratica e la conoscenza della caccia e della pesca. Gli ha trasmesso il senso di rispetto nei confronti  della natura , per gli animali e la loro conoscenza, il rispetto per la vita e per gli uomini. Stefano gli sarà' sempre grato per quello che gli ha dato e che ha segnato il corso della sua vita. Una vita da sempre vissuta sul campo con gli animali e per gli animali.

Disegnatore naturalista, in particolare degli uccelli. Naturalista, conservazionista ed appassionato ornitologo autodidatta, cinofilo e studioso degli animali.

Esperto di  gestione faunistica e di allevamento della fauna selvatica e domestica  progettando e realizzando strutture di allevamento e ambientamento. Si interessa delle problematiche del randagismo e della fauna alloctona ed effetti connessi alle attività antropiche.

Attualmente è attivo nel volontariato in associazioni ambientali, sia riconosciute dal Ministero dell’Ambiente che dalla Regione Lazio, nonché in associazioni cinofile, anche riconosciute dall’ENCI.

Autore di numerosi articoli su varie testate specializzate di caccia, pesca, zootecnia, cinofilia, gestione faunistica ed altro, nonché articoli riguardanti tematiche ambientali su quotidiani, riviste, etc. Autore, coautore e collaboratore di ricerche scientifiche pubblicate su riviste del settore ornitologico e presente anche agli  Atti di alcuni Convegni Italiani di Ornitologia.

Esperto di legislazione internazionale, comunitaria, nazionale e regionale che riguarda la tutela  del  patrimonio floro-faunistico-ambientale.,si occupa anche di pesca sia in acque interne che marine e di tutte le problematiche gestionali.

Guardia Ittica, Guardia Venatoria, Guardia Zoofila,  Ispettore Ecologico Onorario della Regione Lazio e operatore di Protezione Civile svolgendo attività di  volontariato nella vigilanza ambientale e controllo del territorio.

Collabora con le Istituzioni pubbliche (Ministero della Salute, Ministero Ambiente, Regione Lazio, Provincia di Roma, Comune di Roma, Ufficio Diritti Animali, ASL Servizi Veterinari) e le Forze dell’Ordine in interventi sul patrimonio floro-faunistico-ambientale e sul benessere animale, nonché con Centri di Recupero Fauna Selvatica.

Allevatore con Affisso ENCI di Springer Spaniel e di Bassotti Tedeschi a pelo duro.

Svolge attività didattica in corsi di educazione ambientale, di gestione faunistica, di cinofilia e di legislazione inerente la protezione del patrimonio floro-faunistico-ambientale.

Svolge attività di ricerca e censimenti faunistici collaborando con Associazioni, Gruppi ornitologici di lavoro, Istituti scientifici.

Ha iniziato l'iter per inanellatore a scopo scientifico ISPRA.

E' stato componente di alcuni Comitati faunistici presso Amministrazioni pubbliche e private.

Organizzatore di eventi cinofili e naturalistici per conto di Amministrazioni pubbliche ed Enti privati, in fiere e manifestazioni zootecniche-agricole-ambientali, nonchè di prove di lavoro riconosciute dall'ENCI, meeting e convegni legati alla cinofilia

Iscritto all’Albo Regione Lazio degli Esperti  Sezione  Educatori-Cinofili ed iscritto all’Albo degli Addestratori Cinofili dell’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana.

E’  Esperto Giudice ENCI.

 

Segretario

Sandro Cerasi, nato nel 1963, laureato in Scienze Biologiche presso l’Università di Roma “La Sapienza”, ha un’esperienza di ricerca ventennale sull’impatto delle attività di pesca e di acquacoltura sull’ecosistema marino e più in generale sullo studio delle interazioni tra le attività umane e gli ecosistemi acquatici, siano questi di acqua dolce, marini o salmastri. Ha partecipato a numerosi progetti di ricerca finanziati dal Governo e dall’Amministrazione Nazionale (Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Ministero degli Esteri, Ministero dell’Ambiente, Regioni e Provincie) e da Organismi Internazionali (FAO, CE), svolgendo anche funzioni di coordinamento e responsabilità scientifica. Dal 2005 è presidente di Soc. coop. Maja a r.l ., società che dal 1995 opera principalmente nel settore della ricerca ambientale diretta alla salvaguardia, gestione e ricostituzione delle risorse ittiche commerciali, sportive e ricreative, alla mitigazione dell’impatto delle attività di acquacoltura sugli ecosistemi riceventi e alla valutazione della qualità ambientale dei corpi idrici superficiali. In qualità di Presidente di Maja s.c.ar.l. coordina e dirige scientificamente tutta l’attività dell’Azienda, che attualmente collabora attivamente all’attività di ricerca dei più importanti Consorzi di settore, interuniversitari (CoNISMa, Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Scienze del Mare; CIBM, Consorzio per il Centro Interuniversitario di Biologia Marina e Ecologia Applicata G. Bacci) e cooperativi (UNIMAR). Nel corso della sua attività lavorativa ha svolto alcune missioni all’estero per imprese private – Safari International corp.,  Mongolia;  Africa Explorers ltd., Kenya – e per il Governo Nazionale – Ministero degli Affari Esteri, Libano. Da appassionato cacciatore e profondo conoscitore degli ecosistemi acquatici di transizione – lagune, paludi e stagni retrodunali – si occupa anche del ripristino e della gestione ambientale di zone umide a livello nazionale, finalizzate all’attività venatoria e alla salvaguardia della biodiversità. E’ autore di numerose pubblicazioni su riveste nazionali e internazionali, di rapporti e relazioni tecniche di progetti di ricerca e di una monografia sulla biologia, la pesca e l’allevamento del tonno rosso.  

Consigliere

Maria Laura Parisi - classe 1963: nata in una famiglia di ricercatori e scienziati, il padre Zoologo di fama internazionale gli ha trasmesso  la passione per la natura, infatti in casa si parlava sempre di “problemi” di natura. Laura  appena ha potuto si è immersa totalmente con anima e corpo in campagna a contatto diretto con gli animali e da qui il grande amore per i cani che gli hanno segnato per sempre lo “stile di vita”. Si è avvicinata timidamente al mondo della caccia appena ha conosciuto Stefano ed al trasporto che gli ha trasmesso, è rimasta affascinata dalla storia, dalla cultura, dalle tradizioni che traspirano dalle cose di caccia ed ora sono anni che insieme a Stefano lo accompagna ovunque a caccia, dove si parli di caccia e cacciando con i propri cani.

Naturalista e conservazionista autodidatta,  cinofila ed appassionata   di tutte quelle attività legate al mondo rurale.
Guardia Ittica, Guardia Venatoria, Guardia Zoofila,  Ispettore Ecologico Onorario della Regione Lazio e operatore di Protezione Civile, svolgendo attività di  volontariato nella vigilanza ambientale e controllo del territorio.
Si è occupata della valorizzazione e la tutela delle razze autoctone domestiche di interesse zootecnico in via di estinzione, collaborando con associazioni di settore.
Allevatore di  Springer Spaniel Inglesi e Bassotti Nani Pelo Duro.
E’ stata titolare di un allevamento di fauna selvatica ai fini del ripopolamento e della reintroduzione.
Ha fondato ed è attiva in associazioni ambientali, nonché in associazioni cinofile specializzate anche riconosciute dall’ENCI.

Iscritta all’Albo Regione Lazio degli Esperti  Sezione  Educatori-Cinofili ed iscritta all’Albo degli Addestratori Cinofili dell’Ente Nazionale della Cinofilia Italiana.
E’  Esperto Giudice ENCI.
Organizzatore di  prove di lavoro riconosciute dall’ENCI, meeting ed altre attività legate alla cinofilia.
Svolge attività didattica come organizzatore  e  docente in corsi di educazione ambientale e di cinofilia.
Organizzatore di eventi cinofili e naturalistici per conto di Amministrazioni pubbliche ed Enti privati, in fiere e manifestazioni zootecniche-agricole-ambientali come: ZooCasa, Agricoltura & Natura, Cuccioli & Campagna, Game Fair, Agricoltura & Ambiente, La Provincia Naturale, Campagna in Città, Festa della Primavera ed altre.

E’ stata titolare e gestore  di esercizi commerciali del settore pet (animali da compagnia), nonché toelettatrice.
Presente più volte come invitata  in TV private e nazionali su tematiche zootecniche e cinofile.
E’ stata iscritta all’Università di Parma in Scienze Naturali e frequentato Corsi di Medicina Veterinaria ed ha collaborato in un ambulatorio veterinario per molti anni.
 

Consigliere

 Francesco Putini nasce a Roma nel dicembre del 1959

Cinofilo appassionato con una predilezione per gli  Epagneul Breton, Cacciatore con licenza dal 1976, si laurea in Medicina Veterinaria  nel 1987 specializzandosi in Anestesiologia ed endoscopia, materie cui  dedica il suo impegno professionale, nella clinica H24 che ha contribuito a fondare quasi 20 an i fà e come free lance presso strutture veterinarie nel nord Italia.
Contemporaneamente segue allevamenti di cani da ferma e mute di segugi sia sotto il profilo sanitario che gestionale.
La passione per la caccia lo spinge inoltre a seguire con passione anche la medicina degli animali selvatici, volatili ed ungulati.
Durante un viaggio venatorio in Spagna sul delta del fiume Ebro, oltre 20 anni fa,viene colpito dalla "malattia delle anatre" che lo ha portato,viaggiando in tutti e 5 i continenti per motivi di studio e lavoro,ad abbinare sempre o in via esclusiva la frequentazione degli ambienti umidi del mondo.
Dal nord al sud america, dall'Australia alla Cina, dai laghi e paludi dell'europa dell'ovest ai delta di fiumi come il Danubio o il Kuban, dal mare di Azov alle paludi costiere della Tanzania,queste esperienze gli hanno permesso di assimilare, anche partecipando direttamente alla gestione di zone di caccia,tecniche venatorie e gestionali delle aree umide più diverse.
Da tutto questo l'impegno ad avere ora più che mai presente il recupero degli ambienti umidi italiani così bistrattati e malgestiti per molti aspetti, oltre che come un sogno, come una mèta da raggiungere anche con le idee ed i programmi di Wetland Italia

Consigliere

Fabrizio Belocchi nasce a Roma nel 1957, inizia a dare i primi passi nell’arte venatorio con suo nonno Nicola nella splendida campagna del paese di Moricone (RM) posizionato alle pendici del Monte Gennaro, segue gran parte delle sue cacciate da quando ancora non riusciva a sostenere il peso della mitica doppietta a cani esterni del nonno, lo segue fin dall’eta di 8 anni assorbendo da lui il rispetto per la natura e di tutti gli animali selvatici, impara dove scovare lepri, starne e beccacce ed in seguito quando l’oramai ottantenne nonno lo lascia, per continuare le sue cacciate dall’alto dei cieli, segue i suoi zii altalenando la caccia alle beccacce ed ai tordi con quella agli acquatici, quest’ultima lo cattura fin dal lontano 1980 ed a tutt’oggi è ancora parte integrante della sua vita. Riesce a mettere in pratica il suo sapere per le specie acquatiche in diverse località sia Italiane che Europee, riuscendo per otto lunghi anni a gestire un’AFV in quel di Romania, e cercando nel suo contatto giornaliero con altri cacciatori di seminare il suo amore per le specie selvatiche e la natura tutta. Il fiume Tevere per lui non ha segreti, da Monterotondo (RM) a salire ogni insenatura gli è familiare, il lago di Bracciano ed altri laghi nella Regione Lazio hanno avuto nelle loro sponde almeno un capanno costruito e frequentato da lui.

Non riuscendo a stare lontano dall’arte venatoria ed avendo frequentato diversi corsi per abilitazione alla caccia di selezione, frequenta, nei mesi dove non può esercitare la caccia agli acquatici, le splendide campagne sia Laziali che Toscane alla ricerca del rosso folletto.

E’ proprietario di una bretoncina di nome Kela suo fedele ausiliario per la caccia alle beccacce, ma a volte partecipa a gare cinofile con buoni risultati, colleziona armi, frequenta poligoni di tiro, ed è presente in alcune gare balistiche e consiglia ad ogni selecontrollore di farlo, questo per avere più conoscenza della propria arma ed evitare inutile sofferenze al selvatico.

Ad oggi riveste la carica di Presidente di Circolo della ANLC nella città di Roma.

Il suo sogno nel cassetto ???? è rivedere le vecchie zone umide riappropriarsi del territorio a loro defraudato, e vederne crescere delle nuove.

AMA, COME RIPETE SPESSO, LA CACCIA AGLI ACQUATICI, MA RITIENE TUTTE LE ALTRE FORME DI CACCIA DI PARI DIGNITA’ ED INTERESSE.



 

Consigliere

Stefano Piastra è romano, classe 1950. Cacciatore, Agricoltore, Ornitofilo, Allevatore, Cinofilo, Naturalista. Una vita passata all'aria aperta nella campagna romana dove con passione e competenza ha frequentato la scuola delle conoscenze pratiche proprie delle persone legate alla terra ed alla natura